17 Dicembre 2016 12:16:01 · [Paradise Beach - Dentro L'incubo]
Postato da
Buongiorno a tutti e Buone Feste! Oggi volevo recensire un film eccezionale che ci porta a riflettere sul rapporto che abbiamo con la natura, spesso drammatico per via del fatto che il mondo che ci circonda non sempre è sicuro. Il film di cui voglio parlarvi ci racconta una storia molto verosimile ed è per questo che fa presa sullo spettatore che si trova catapultato in un mondo per certi versi idilliaco e al contempo terrorizzante. Il film racconta infatti la storia di una ragazza (Nancy) che cerca di seguire le orme della madre (che quando era giovane faceva surf nei posti più belli del pianeta) per cui si reca nello stesso posto dove moltissimi anni prima la madre aveva fatto surf, un posto incontaminato, un posto dove l'acqua è cristallina, dove le onde sono alte e generose, un posto che non ha nome ed è conosciuto per passaparola solo dagli esperti di surf. Un posto dove non ti aspetteresti di trovare il tuo incubo peggiore! Un grosso squalo bianco ha fatto di quella spiaggia il suo territorio di caccia ed ha deciso di banchettare con tutto ciò che trova, una balena e infine dei surfisti che ignari si gettano tra le onde, ignari di un pericolo incombente, ignari del fatto che quel posto nasconde una terrificante minaccia. La ragazza, Nancy Adams, si prepara a gettarsi tra le onde con il suo surf e quando meno se lo aspetta il grosso squalo bianco l'attacca provocandole una ferita profonda e lacerante. Fortuna vuole che accanto a lei c'è uno scoglio emerso per buona parte che le da rifugio dalle bramose mascelle dello squalo. Poiché Nancy è una studentessa di Medicina sa subito cosa fare e con gli orecchini improvvisa un fermaglio che le tenga uniti i brandelli di carne della sua gamba straziata dallo squalo, poi ferma l'emorragia con una parte della muta! Ok! Adesso ha sistemato la gamba ma sa che l'alta marea prima o poi ricoprirà lo scoglio dove ha trovato riparo. Assieme a lei un gabbiano con una ala ferita le fa compagnia visto che non può volare, così Nancy si trova un compagno di sventura. Ad un certo punto vede altri surfisti e cerca di chiedere loro aiuto ma lo squalo banchetta anche con loro togliendo a Nancy l'ultima speranza di essere salvata dai soccorsi. Ad un certo punto vede una persona in riva alla spiaggia e cerca di attirare la sua attenzione ma non sa che sta cercando di attirare l'attenzione di un ubriacone che vede la ragazza e pensa bene di derubarla di quanto aveva lasciato sulla spiaggia. In preda all'alcool il tizio tenta di recuperare parte del surf di Nancy entrando in acqua. Nancy vede con orrore la scena e nonostante tutto tenta di avvisare il tizio del pericolo. Il tizio ignorando gli avvisi di Nancy tenta di portare a riva il surf e qui viene tranciato di netto dallo squalo. Il tizio tenta di raggiungere la spiaggia ignaro che lo squalo lo ha divorato dalla cintola in giù. Infatti poi muore sulla riva in un bagno di sangue. Nel frattempo sale l'alta marea e Nancy vede una boa poco lontana da lei. Decide di calcolare quanto tempo impiega lo squalo a fare avanti indietro dalla carcassa della balena fino al suo scoglio e ipotizza di poter raggiungere la boa non appena lo squalo si fosse trovato nel punto più lontano da lei e cioè vicino la carcassa della balena. Prima ripara l'ala al gabbiano e lo mette al sicuro su un pezzo galleggiante del suo surf distrutto. Poi si getta in acqua e fa a gara con lo squalo per arrivare prima di lui alla boa. Ce la fa! Adesso Nancy cerca una pistola segnalatrice munita di razzo che recupera appena arrivata alla boa. Decide di sparare contro lo squalo, infine si ricorda della balena che aveva perso molto del suo olio naturale in acqua e sapendo che l'olio di balena è infiammabile spara nell'acqua incendiando la superficie e anche lo squalo che ancora più inferocito si scatena contro la boa distruggendola. A Nancy non le resta che usare i pesi della boa per raggiungere in fretta il fondo dove ci sono parecchie travi in acciaio a vista sperando che lo squalo si getti a rincorrerla e finisca per auto impalarsi contro le travi, cosa che accade. Nel frattempo arrivano i soccorsi allertati da un ragazzino che ha trovato una videocamera da surf in riva con registrato l'appello di aiuto di Nancy. Infine la ragazza un anno dopo torna a tuffarsi tra le onde rafforzata dalla brutta esperienza vissuta. Nancy ha ritrovato la sua pace interiore e ha fatto pace con la natura. Questo film in Bluray me lo sono regalato per Natale, acquistato da Mondadori Store ed è attualmente sotto l'albero di Natale. Il regalo lo scarterò il 24 dicembre notte. Se volete potete farne un regalo a qualcuno perché con questo genere di film non potrete che fare bella figura. Il Bluray è ricco di contenuti speciali. Io ho visto il film questa estate a cinema e sono rimasto affascinato dalla trama molto avvincente! Buon Natale a tutti!




Copyright © 2002-2018, Alessandro Marinuzzi